Categoria | 2019-2020, Lettere mensili

2020.04.01 – Lettera del mese di Aprile ai soci del Club

Pubblicato il 01 aprile 2020 da admin

Stefania Scatasta - Presidente anno 2019-2020

Stefania Scatasta – Presidente anno 2019-2020

Cari amici, mi accingo a scrivere la lettera del mese di Aprile con uno spirito certamente molto diverso da quando, solo pochi mesi fa, con i membri del Consiglio Direttivo, programmavamo il periodo delle celebrazioni per il 60° anno di fondazione del nostro Club. Una tappa importante ci siamo sempre detti, una data, quella del 24 Aprile 2020, che doveva essere ricordata per ancorare nel tempo il passato della nostra Associazione e per proiettare le scelte del Club nel futuro.

Sessanta anni di vita è un traguardo che rimanda all’affettuoso ricordo dei molti soci che si sono succeduti  e dei numerosi avvenimenti e cambiamenti  che sono avvenuti.

E’ il tempo del bilancio e delle riflessioni che ci fanno guardare il momento attuale e ci permettono di trarre auspici per il tempo che verrà.

Il Rotary International è stata la prima associazione di servizio nel mondo, riconosciuta ed apprezzata, ed il rotariano è una persona che assume un ruolo di responsabilità, non solo all’interno del proprio Club, ma verso l’intera  comunità.

La ruota, sotto forma di distintivo, che portiamo all’occhiello vuole richiamare il principio di rotazione dei soci nei diversi incarichi per la gestione interna, ma è nella capacità di metterci al servizio degli gli altri che si riconosce  il nostro ruolo, nella volontà di saper trasformare gli ideali in azioni concrete.

Un progetto ambizioso, quasi interamente dedicato al dialogo con le nuove generazioni, doveva essere quello per i festeggiamenti del Sessantennale che nella sua ideazione  ha visto il coinvolgimento delle Scuole Superiori della Provincia di Fermo e del Conservatorio “G. Pergolesi”. Ai Dirigenti ed ai docenti va il mio più sentito ringraziamento per la partecipazione, l’interesse e l’impegno con cui hanno risposto al nostro invito.

In questa fase particolarmente delicata, però, dove tutti siamo chiamati ad agire il massimo impegno per contenere e sconfiggere l’emergenza sanitaria in corso, abbiamo ritenuto importante contribuire ad aiutare le strutture pubbliche locali con azioni concrete e tempestive.

Sono stati annullati tutti i progetti in cantiere per i mesi di aprile e maggio e le conviviali,  destinando ogni risorsa al sostegno dell’Ospedale Civile “Murri”  e ad altre strutture di volontariato della città.

Numerose le azioni compiute in questi giorni, indispensabile compiere una scelta di metodo: dare sostegno alla  struttura ospedaliera, attraverso la relazione diretta con i responsabili dell’Azienda sanitaria, sia per l’acquisto di macchinari che per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per gli operatori in servizio.

Inizialmente abbiamo avuto la fortunata opportunità di acquistare, insieme ai Clubs Rotary del territorio, un respiratore che è stato donato al reparto di Rianimazione; è recente l’ordine per l’acquisto di due  elettrocardiografi da destinare ai Reparti COVID.

Molto difficile è risultato poter reperire il materiale utile come dispositivo di protezione per i sanitari impegnati nei reparti, ma siamo riusciti nell’intento ed abbiamo acquistato semicalotte protettive con schermo in policarbonato certificata CE EN 166,  tute bianche GA413D,  mascherine monouso.

Abbiamo contribuito alla raccolta fondi, organizzata dal Distretto 2090, da destinare alle Aziende Sanitarie delle 4 Regioni per presidi medici e donato una somma alla Croce Verde  di Fermo per appoggiare il prezioso impegno nello spostamento dei malati da una struttura all’altra quando necessario.

Abbiamo ritenuto di voler donare una importante somma alla Farmacia dell’Ospedale  rendendo il responsabile autonomo nell’acquisto del materiale necessario in questo momento d’emergenza, sostenendo così indirettamente tutti i reparti e l’ospedale intero.

Abbiamo ricevuto una donazione di 1.000 euro da parte di un privato che ha voluto sostenere il nostro impegno in questo stato di emergenza totale.

Come già sapete, l’informazione ai soci del Club è avvenuta per le vie brevi attraverso l’utilizzo della chat di WhatsApp; successivamente il Consiglio Direttivo ha utilizzato la piattaforma Zoom Cloud Meetings.

Giovedì 26 marzo, alle 19.00, abbiamo sperimentato il primo Meeting con  i soci ed è stato davvero interessante scoprire come sia possibile condividere una riflessione comune anche attraverso modalità on-line. L’argomento del primo incontro ha riguardato le scelte per gli aiuti al nostro Ospedale, ma nei prossimi incontri potranno affrontare argomenti che i soci vorranno proporre.

Manterremo in questo modo il calendario degli appuntamenti, con una modalità diversa, ma che non limita il nostro desiderio di esserci, di confrontare le nostre idee e di mettere in atto azioni di prossimità.

Quando questa drammatica situazione sarà finalmente superata avremo modo di verificare cosa ancora potrà essere mantenuto del Piano Direttivo di questo anno rotariano.

Passerò il testimone a Margherita che, peraltro, è ciò che avrei desiderato fare, ravvedendo in questo gesto tutto il valore simbolico che porta con sé, in occasione dello “Staffettone rotariamo”  alla presenza dei nostri ragazzi.

Auguri ai soci che festeggiano il compleanno nel mese di Aprile:

Giuseppe Marziali 3/4; Elisa Scendoni 4/4; Gennaro Piccarelli 4/4; Gianfranco Moreschini 9/4; Mattia Rinaldi 12/4; Alba Bertoli 15/4; Luano De Carlonis 26/4.

Un caro saluto

Stefania

 

I commenti sono disabilitati.