2018.04.13 – Le aste notarili telematiche di Alfonso Rossi

Pubblicato il 13 aprile 2018 da admin

Alfonso Rossi

Alfonso Rossi

LE ASTE NOTARILI TELEMATICHE

La crisi degli ultimi anni ha determinato la perdita di migliaia di posti di lavoro e quando viene a mancare un reddito non si riescono a rispettare più gli impegni finanziari presi, come ad esempio il pagamento delle rate del mutuo. E’ per questo che il numero delle esecuzioni immobiliari negli ultimi anni è cresciuto a dismisura e molte proprietà sono finite sul mercato a prezzi molto bassi. Sebbene molto spesso, sia particolarmente vantaggioso acquistare immobili all’asta, questo “mercato” è visto da molti con diffidenza perchè ritenuto non trasparente e non di facile accesso. E’ per questo che alcune importanti novità  su questo tema, sono arrivate dai notai, che hanno messo a punto, un processo innovativo per facilitare l’accesso del cittadino ad un’asta immobiliare attraverso lo strumento chiamato “Asta Notarile Telematica”.

ASTA NOTARILE TELEMATICA: COS’E’

Il notariato ha predisposto uno strumento che si chiama R.A.N. (Rete Aste Notarili – http://www.notariato.it/ran/) che consente al cittadino, di poter accedere al mondo delle aste in modo semplice e sicuro, e per la prima volta in Italia, attraverso Internet. Infatti, da ora, il cittadino potrà, senza dotarsi di un sistema di autenticazione propria, accedere ad un’asta immobiliare dal proprio paese senza doversi recare nel luogo ove si fa l’asta. Non a caso, la prima asta notarile telematica che si è svolta, ha consentito ad un cittadino di Brescia di acquistare un appartamento in Sardegna senza essersi spostato di un metro dalla propria città ma semplicemente essendosi recato dal proprio notaio di fiducia (che funge da intermediario) attravarso il quale ha partecipato all’asta.

L’ASTA NOTARILE TELEMATICA: I PASSAGGI FONDAMENTALI ED I VANTAGGI

Al fine di attuare questo sistema, sono state istituite le figure del “notaio banditore”  (è il notaio che si trova nel luogo in cui è stata bandita l’asta per l’aggiudicazione di un determinato immobile) e dei “notai periferici” (sono i notai in tutta Italia che attraverso la RAN rappresentano i cittadini che vogliono partecipare all’asta). Attraverso queste figure, il cittadino che vuole acquistare un immobile lontano dal suo luogo di residenza, può recarsi dal suo notaio di fiducia (che può essere il “notaio banditore” se del luogo in cui è ubicato l’immobile oggetto d’asta o il “notaio periferico” se di un luogo diverso) e propone telematicamente la sua offerta ed eventualmente anche il rilancio.
Il ruolo del “notaio banditore, non è solo quello di raccogliere tutte le offerte, ma anche di monitoraggio di tutta la procedure  come ad esempio provvede con precisione all’individuazione dell’immobile (pubblicizzata nel frattempo nei maggiori quotidiani) e dei soggetti coinvolti.

Tramite il sistema delle “aste notarili telematiche”, l’immobile oggetto d’asta, arriva al miglior offerente, pulito di ogni formalità pregiudizievole, e con la certezza di non avere “sorprese” in relazione alla regolarità urbanistica o meno dello stesso.  Infatti a corredo della pratica d’asta vi è sempre una “perizia” con cui, un tecnico abilitato, evidenzia (o meno) se sullo stesso vi sono  abusi o opere difformi. Tutte le spese per tali verifiche sono a carico della procedura.
Un ulteriore vantaggio che consente questo metodo, è che, appena il prezzo di acquisto viene pagato,  l’acquirente viene immesso in possesso  dell’immobile oggetto di asta indipendentemente dalle lungaggini di registrazione o trascrizione.

Infine si segnala, che con lo scopo di favorire lo sviluppo dello strumento dell’”asta telematica notarile”, è stato sottoscritto un protocollo di intesa tra ABI (Associazione Bancaria Italiana) e Giudici al fine di consentire al cittadino che non sia in possesso dei mezzi liquidi necessari per far fronte all’acquisto dell’asta, di essere finanziato a tassi agevolati  ed in tempi brevi. Ciò consentirebbe alla procedura di vedersi accreditato il netto ricavo rinveniente dalla vendita d’asta  entro i 90 giorni previsti dalla legge, termine entro cui l’aggiudicatario ha l’obbligo di versare il prezzo d’asta.

Studio notaio Rossi Alfonso – Porto Sant’Elpidio – 0734-900000 – mail: arossi@notaiorossi.it

I commenti sono disabilitati.