2017.09.02 – “L’arte spiegata” di Gennaro Natale – Sant’Ivo alla Sapienza di Francesco Borromini (part.1)

Pubblicato il 02 settembre 2017 da admin

Gennaro Natale

Gennaro Natale

Capolavoro indiscusso di Francesco Borromini, forse la chiesa barocca più bella di Roma.
La pianta della chiesa rappresenta il Sigillo di Salomone che è composto da due triangoli equilateri incrociati e sovrapposti in modo da dare origine ad una stella a sei punte, esso racchiude la sintesi del pensiero ermetico e massonico.
Il sigillo infatti contiene i quattro elementi così simboleggiati: il fuoco dal triangolo con il vertice verso l’alto, l’acqua da quello con il vertice in basso, il triangolo superiore più piccolo è l’aria, mentre l’inferiore indica la terra.
Nell’interno della cupola sono raffigurate 111 stelle, numero che può essere considerato come un 3 (1+1+1). Il numero 3 è il numero del cielo ed esprime le tre fasi dell’evoluzione mistica: purificazione, illuminazione, congiunzione con Dio.
Anche il pavimento della chiesa è caratterizzato da una complessa simbologia: sono esagoni formati da una metà nera e una metà bianca, che rappresentano i contrasti che caratterizzano la vita del corpo e quella dello spirito, cioè la luce e le tenebre, la virtù e il vizio. Questo tipo di pavimento a mosaico è una memoria del tempio di Salomone e, quindi, del Tempio Massonico.
(Leros Pittoni, Francesco Borromini: l’iniziato, De Luca, 1995)

Gennaro Natale

Chi vuole può iscriversi alla pagina “L’arte spiegata” di Gennaro Natale

15-1-1-gennaro-san-ivo-115-1-2-gennaro-san-ivo

15-1-3-gennaro-san-ivo

I commenti sono disabilitati.