2017.06.28 – Patologie dell’Apparato Respiratorio in età pediatrica Dott. Calamita Simonetta

Pubblicato il 01 luglio 2017 da admin

Simonetta Calamita

Simonetta Calamita

Le Infezioni Respiratorie Ricorrenti (IRR), insieme a quelle linfatiche, rappresentano un gruppo di patologie di frequente riscontro in età pediatrica comportando un accesso allo studio medico ripetuto e costante.

Queste forme morbose, se ripetute in tempi ravvicinati vengono trattate correntemente con largo impiego di antinfiammatori, antibiotici e corticosteroidi, cioè con molta farmacologia, che se pur risolutiva nell’immediato può determinare importanti conseguenze sia dal punto di vista clinico che sociale.

Di media si può calcolare che un bambino in età prescolare (3-6 anni) si ammala 5-6 volte nell’arco dell’inverno, e in molti casi si osservano fino a 2-3 episodi infettivi al mese.

Tali fasi di malattia sono fonte di preoccupazione da parte dei genitori e per lo stato di salute per il piccolo insieme alla percezione della somministrazione “eccessiva” di farmaci spesso poco accettati e poco tollerati.

A fronte di questa realtà così evidente, le IRR sono da tempo oggetto di uno studio attento da parte della medicina classica a cui segue una ampia proposta di presidi medici di prevenzione e cura di tali patologie.

Ne citiamo alcuni.

La vaccinazione antinfluenzale.

In campo pediatrico ogni anno viene proposta, ma è in realtà poco praticata, perché mirata all’epidemia stagionale ed è consigliata solo se il bambino presenta fattori di rischio particolari quali cardiopatie, asma, diabete, ecc.

Esistono poi in commercio numerosi prodotti immunostimolanti a funzione simil-vaccinale costituiti da lisati batterici di streptococchi, stafilococchi, haemophylus, ecc., che possono essere personalizzati a seconda della patologia piu’ frequentemente accusata dal paziente( faringiti,sinusiti,otiti,bronchiti,polmoniti)  e aiutano molto a risolvere e migliorare patologie respiratorie.

La terapia allopatica per i sintomi acuti propone un numero molto significativo di presidi, che come sappiamo vanno dagli antipiretici, agli antiinfiammatori non steroidei, gli antibatterici, i cortisonici e broncodilatatori tutti insieme schierati per controllare e risolvere tutte quelle forme che colpiscono le vie respiratorie alte (riniti, faringiti, tonsilliti, otiti), come le vie respiratorie basse (laringiti, tracheiti, bronchiti).

Per la medicina allopatica il quadro patognomonico è ormai chiaro, individuando oltre agli agenti infettivi (virus e batteri) una serie di co-fattori che amplificano e rendono recidivante l’andamento di tali forme respiratorie, che qui possiamo riassumere:

-L’inquinamento ambientale (smog).

-La precoce socializzazione (nido, scuola materna).

-Il fumo di sigaretta

-Gli stress immunologici (malattie ripetute).

-Le diete squilibrate (eccesso di calorie, junk-food), le carenze vitaminico-minerali

-Il terreno allergico

-La predisposizione ereditaria

-L’utilizzo protratto di terapie farmacologiche

Simonetta Calamita

 

 

 

 

I commenti sono disabilitati.