2012.12.10 – “Russare è pericoloso per la salute” di Simonetta Calamita

Pubblicato il 10 dicembre 2012 da admin

Simonetta Calamita

STUDI EPIDEMIOLOGICI  HANNO EVIDENZIATO CHE  L’80 % DELLA POPOLAZIONE RUSSA DURANTE IL SONNO,  CON CRISI DI APNEA CARATTERIZZATA DA CESSAZIONE DEL RESPIRO DI  DIVERSA ENTITA’.

LA PRESENZA DI ALMENO 5 APNEE PER ORA DI SONNO CARATTERIZZA LA SINDROME DA APNEA OSTRUTTIVA DEL SONNO  O OSAS:    IL SONNO E’ DISTURBATO DA FREQUENTI RISVEGLI, DA SENZAZIONI DI SOFFOCAMENTO, DA REFLUSSO GASTRO ESOFAGEO, E  DA UN   FASTIDIOSO E ASSORDANTE RUMORE   PER IL PARTNER  CHE SPESSO E’ COSTRETTO A CAMBIARE CAMERA .

IL PAZIENTE AFFETTO DA TALE SINDROME DURANTE IL GIORNO E’ STANCO, SI ADDORMENTA DOPO PRANZO, DURANTE IL LAVORO, DURANTE LA GUIDA DELL’AUTOMOBILE.

TALE SINDROME COLPISCE MAGGIORMENTE IL SESSO MASCHILE CON UNA PERCENTUALE TRIPLA RISPETTO ALLE DONNE, E TUTTE LE ETA’ POSSONO ESSERE INTERESSATE  COMPRESA QUELLA ADOSCENZIALE CON CONSEGUENTE SONNO AGITATO, SECCHEZZA DELLE FAUCI ,DISTURBI DELL’APPRENDIMENTO,  RITARDO DI CRESCITA .

I FATTORI DI RISCHIO SONO RAPPRESENTATI DALL’OBESITA’, DEPOSITO DI GRASSO AL COLLO, ALTERAZIONI ANATOMICHE NEL DISTRETTO DI PERTINENZA OTORINOLARINGOIATRICO  CON PATOLOGIE RIGURDANTI IL NASO, IL PALATO E LA BASE DELLA LINGUA.

L’OSAS O SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE DEL SONNO RAPPRESENTA A SUA VOLTA UN FATTORE DI RISCHIO RILEVANTE  CARDIOVASCOLARE   ( IPERTENSIONE, ICTUS, TIA, ISCHEMIE , INSUFFICENZA CARDIACA) E PUO’ CAUSARE  INCIDENTI STRADALI.

PER LA SONNOLENZA DIURNA DETERMINATA DALLA CATTIVA QUALITA’ DEL SONNO  DI QUESTI PAZIENTI ( IN ITALIA IL 54% DEGLI INCIDENTI MORTALI AVVENGONO PER COLPI DI SONNO DURANTE LA GUIDA). INOLTRE L’OSAS  ASSUME  UN POSTO RILEVANTE  ANCHE PER I  COSTI  TOTALI SOSTENUTI DA SSN, DALLA FAMIGLIA E COMUNITA’ PER CURARE DETTA PATOLOGIA: COSTI  DOVUTI  AL MANCATO TRATTAMENTO DELLA SINDROME ,  COSTI SANITARI DOVUTI AD INCIDENTI STRADALI  E  PER INCIDENTI SUL LAVORO ; ESSI AMMONTANO AD UNA CIFRA COMPRESA TRA I 3,5-5 MLD EURO CORRISPONDENTE AD UNA PERCENTUALE FRA LO 0,29 E LO 0,4% DEL PIL NAZIONALE (FONTE ISTAT 2002) .

A FRONTE DELLO SCENARIO PROFILATO, OCCORRE SOTTOLINEARE L’IMPORTANZA DI  UNA CORRETTA GESTIONE DELLA SINDROME CHE NECESSITEREBBE DI UNA CONSULENZA  OTORINOLARINGOIATRICACON COMPETENZE E SPECIALIZZAZIONE A RIGUARDO. TALE SPECIALISTA  CON APPOSITA VIDEOENDOSCOPIA DIURNA O NOTTURNA (SLEEP ENDOSCOPY) E CON APPOSITO MONITORAGGIO CARDIORESPIRATORIO O POLISONNOGRAFIA, EVIDENZIA LA GRAVITA’ E LA CAUSA DI TALE SINDROME E LA CORRETTA TERAPIA, CHE PUO’ ESEERE POSIZIONALE , MEDICA, CHIRURGICA O PROTESICA.

SIMONETTA CALAMITA

I commenti sono disabilitati.