Categoria | Fenice, In Rilievo, PROGETTI

2012.10.04 – Primi successi del Progetto Fenice dell’ITIS Montani con i Rotary Fermani (27 ago 2012) di Margherita Bonanni

Pubblicato il 06 ottobre 2012 da admin

Margherita Bonanni

A meno di un anno dal suo avvio ufficiale, nel Novembre del 2011, alla presenza delle Autorità,  Rotariane del Fermano e del Distretto 2090, ed Istituzionali del Territorio, il Progetto Fenice ha raggiunto importanti traguardi,che costituiscono la premessa di un cammino ancora lungo ma ricco di opportunità. Il progetto, nato da una idea di Paolo Appoggetti, condiviso dai Presidenti dei 4 Club Rotary del Fermano 2011-2012 (Roberto Ilari, Graziella Ciriaci, Stellina Rossi, Sergio Ciavaglia) e promosso ampiamente dalla Dirigente Scolastica Margherita Bonanni, rotariana, si è avvalso delle consulenze di due  esperti  in capo economico e tecnologico, Luca Romanelli del Rotary Club di Fermo e Mario Rossi, ex allievo del Montani. Da mettere in evidenza anche  l’impegno, la costanza e la professionalità  dei docenti dei vari indirizzi del Montani, che giorno dopo giorno, sempre più numerosi, sono entrati nella logica del Progetto e collaborano con entusiasmo alla sua progressiva realizzazione. I Presidenti dei 4 Club Rotary del Fermano, in carica per il 2012-2013(Alessandro Luciani, Daniele Travaglini, Dalmazio Greci, Mario Natalucci), hanno in programma per il 9 marzo 2013, di illustrare ufficialmente lo stato di avanzamento del Progetto alla Società Fermana e ai Responsabili Istituzionali , presenti le massime Autorità Rotariane del Distretto 2090. Merita nel frattempo fare il punto oggi affinché siano noti i ragguardevoli traguardi  raggiunti e le attività in corso, come in dettaglio viene sotto riportato.

Particolari progressi sono stati fatti nel sottoprogetto 1.1, che prevede l’adeguamento delle attrezzature tecniche a disposizione dei docenti, una necessità molto sentita a causa dell’obsolescenza di vari laboratori. In particolare:

•è stato di recente inaugurato e presentato il nuovo laboratorio informatico d’avanguardia dedicato all’indirizzo informatica e telecomunicazioni, ideato dal prof Luigi Sacchi della specializzazione informatica, e cofinanziato dalla Camera di Commercio di Fermo insieme alla Brosway, con un investimento di 50.000 euro; nel laboratorio si svolgeranno anche corsi di eccellenza  tenuti dai docenti dell’Università Politecnica delle Marche.

 •è stata completata la procedura di acquisizione di nuove attrezzature per il laboratorio di elettrotecnica, per un valore di 25.000 euro, che porranno le premesse per abilitare la scuola a fornire test di conformità alle norme UNI del settore: l’acquisto è stato finanziato con fondi della Scuola e della Fondazione Carifermo.

•è stata avviata una collaborazione con il gigante dell’elettrotecnica Schneider, che ha permesso l’acquisizione di attrezzature, per un valore di 3.000 euro, finanziate dal rotariano Paolo Appoggetti, e lo svolgimento di corsi di formazione per i docenti;

•è stata sottoscritta un’intesa con l’Accademia delle Scienze di Bologna, grazie al rotariano Alberto Breccia Fratadocchi, già Governatore del Rotary International  Distretto 2090, che permette agli studenti di partecipare, anche in video-conferenza, ai convegni e alle attività con un notevole arricchimento culturale per studenti e docenti. Già due Convegni nazionali di Chimica hanno visto partecipare, in videoconferenza dal Montani, la docente di Chimica Teresa Cecchi con grande rilevanza tecnico-scientifica per i risultati delle ricerche sviluppate nel campo degli antiossidanti.

•è in corso di completamento la gara per il potenziamento del laboratorio di analisi strumentale di chimica, per un valore di circa di 18.000 euro, che permetterà di sviluppare il progetto di eccellenza proposto dall’indirizzo nel campo delle proprietà antiossidanti dei materiali, oltre che a migliorare la didattica in generale. Per l’acquisto si dovrà cercare un finanziamento adeguato.

 •sono state poste le premesse per l’avvio del progetto del docente di meccanica Gabriele Piccinini di un edificio ecosostenibile, identificato in una proprietà rurale del Montani e per il quale gli architetti rotariani Danilo Colletti e Stefania Bellabarba si sono offerti di realizzare gratuitamente la progettazione, in collaborazione con i docenti dell’indirizzo meccanica. Il progetto fornirà la base per il coinvolgimento attivo di sponsor nella filiera impiantistico-ambientale, affinché l’edificio possa diventare un show-case  delle novità del settore, con forti benefici didattici per gli studenti del Montani.

Sono in programma i seguenti interventi:

•“Il Progetto Vigna” dedicato all’indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria che consiste nel valorizzare la vigna di circa 13 ettari di proprietà dell’azienda agraria del Montani in modo che gli studenti possano esercitarsi sin dalle prime fasi del nuovo impianto fino alla produzione del vino. Il progetto è già a buon punto grazie  all’interessamento del vicepresidente nazionale dell’associazione Enolgi, Alberto Mazzoni.

•Il potenziamento delle attrezzature per l’indirizzo trasporti e logistica: per l’opzione nautica grazie all’accordo con il Comandante della Capitaneria di porto di Porto San Giorgio; per l’opzione aeronautica acquisendo il materiale per uso didattico dal Comando di Logistica dell’Aeronautica Militare di Roma. Si prevede inoltre di realizzare il corso post-diploma di  “manutentore di aereo a terra” con la partnership della Mécaer Aviation Group della sede di Monteprandone: per questo obbiettivo saranno necessari finanziamenti opportuni.

•Per l’indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia, la messa a norma di alcune attrezzature (torni in particolare) del laboratorio di meccanica e macchine, il potenziamento del tornio a controllo numerico  già esistente, l’acquisto programmi cad-cam più avanzati e l’allestimento del laboratorio di saldatura. Per quanto concerne il Laboratorio Saldatura grazie alla collaborazione con Stefano Luzi della TREElle che oltre ad erogare un primo contributo di tremila euro per l’aggiornamento del Laboratorio ha avviato una piena collegamento con il Montani che ha  visto alcuni studenti effettuare un corso presso 3Elle sulla saldatura con le strumentazioni laser di cui questa azienda innovativa dispone. La stessa 3Elle per lo sviluppo di una nuova attività di business riguardante “Espositori intelligenti di prodotti” ha richiesto ed ottenuto la preziosa collaborazione del Dipartimento di Elettronica, Docenti e Studenti,nello studio e realizzazione delle soluzioni HW e SW degli innovativi espositori esposti lo scorso 21 aprile al Convegno: “Marche d’eccellenza: sinergia scuola, impresa e territorio” tenutosi in occasione dell’ultima edizione della manifestazione “Tipicità”

•Rilevazione delle tecnologie abilitanti necessarie alle Piccole e medie imprese ed alle Grandi imprese per sviluppare e incrementare la competitività con le aziende concorrenti. in particolare sarà effettuata una rilevazione che partirà dalle aziende degli ex allievi del Montani estendendosi ad imprese nazionali dislocate in differenti regioni ed operanti in molteplici settori. L’attività Intrapresa da Mario Rossi con il supporto della Presidenza del Montani e la collaborazione del Rotary nella persona di Paolo Appoggetti, prevede momenti specifici di incontro tra imprese e Montani (gruppi di allievi e docenti), con lo scopo di identificare ambiti di collaborazione operativa. il termine di tale attività è pianificato per la fine del primo semestre 2013.

Oltre al potenziamento delle attrezzature, Fenice prevede nella sua fase iniziale anche attività volte a qualificare le capacità formative dei docenti Montani (sottoprogetto 1.4). A tale proposito è stato già programmato per l’8 e 9 Settembre un seminario formativo dei docenti, interamente finanziato dal Rotary e da Mario Rossi con Azienda srl. Il seminario intende in particolare dotare i partecipanti di conoscenze utili all’interazione col mondo imprenditoriale, sia sotto il profilo economico che tecnologico, indispensabile ad un aggiornamento continuo dell’offerta formativa dell’Istituto.

E’ stata infine avviata l’attività 3.2, che prevede la creazione di nuovi strumenti di comunicazione tra scuola e stakeholder rilevanti, specie attraverso l’uso del Web. Un gruppo di studenti, coordinati dal Prof. Luigi Sacchi è già al lavoro.

Margherita Bonanni

I commenti sono disabilitati.