Categoria | Comunicazioni, New

2010.09.16 – Sostegno per il restauro della chiesa di San Filippo Neri di Fermo tramite il concorso FAI “I luoghi del cuore 2010”

Pubblicato il 16 settembre 2010 da admin

Sostegno per il restauro della chiesa  di San Filippo Neri di Fermo
E’ possibile sostenere il recupero della chiesa di S. Filippo Neri di Fermo tramite il concorso Fai – Banca Intesa “I luoghi del cuore 2010”. Il concorso chiede a tutti i cittadini di indicare i luoghi che sentono particolarmente cari e importanti e che vorrebbero fossero conservati per le generazioni future. Il Comune di Fermo ha da tempo messo in atto una serie di interventi, fra cui un importante accordo con il Ministero per i Beni Culturali e la Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo.  Alcuni decisivi interventi sono già stati realizzati fra il 2009 e il 2010 e molti altri ancora saranno attuati grazie all’impegno congiunto di tutti gli enti istituzionali preposti alla tutela e alla valorizzazione del bene. Per collaborare a questa importante azione di recupero, il Fai di Fermo invita tutti i cittadini a segnalare la Chiesa di San Filippo Neri come “il luogo del cuore 2010”. Per farlo basta collegarsi al sito del FAI  http://www.fondoambiente.it – I LUOGHI DEL CUORE http://www.iluoghidelcuore.it oppure ritirare i moduli presso la biglietteria dei Musei di Fermo.

Il Rotary Club di Fermo, per sensibilizzare sul problema del restauro della Chiesa di San Filippo,  aveva già promosso, il 6 marzo 2008, un convegno dal tema “Salviamo la Chiesa di San Filippo”  che si svolse nell’adiacente Tribunale di Fermo. Siamo tutti invitati a pertecipare e a divulgare l’iniziativa.

REGOLAMENTO FAI – 5° CENSIMENTO NAZIONALE “I LUOGHI DEL CUORE”, 2010
1. Promotori e Obiettivi
Il FAI – Fondo Ambiente Italiano – in partnership con Intesa Sanpaolo SpA, promuove la quinta edizione del censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, che per l’anno 2010 chiede ai cittadini di segnalare quei luoghi inconfondibilmente italiani – noti o sconosciuti, potenzialmente a rischio o da restaurare, visitati o da valorizzare – che custodiscono la nostra identità, rappresentano il nostro Paese e lo raccontano, luoghi legati alla tradizione e alle radici che esprimono l’immagine che l’Italia ha o che vorremmo avesse nel mondo.
Il censimento ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e le Istituzioni sui temi della tutela, della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale italiano.
2. Partecipazione al censimento
La partecipazione al censimento avviene attraverso una segnalazione scritta, da effettuare mediante:
a. compilazione della cartolina distribuita presso le filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo, i Beni del FAI aperti al pubblico, le delegazioni del FAI distribuite su tutto il territorio
b. accesso al sito
www.iluoghidelcuore.it
c. accesso al sito www.msn.it (specificamente all’indirizzo http://iluoghidelcuore.it.msn.com)
d. Windows Live Messenger
3. Periodo di censimento
Le segnalazioni potranno essere effettuate dal 7 maggio al 30 settembre 2010.
4. Destinatari
La partecipazione al censimento è completamente gratuita ed è aperta a tutti coloro, di qualsiasi età, che siano residenti in Italia.
5. Elaborazione di dati e criteri di esclusione
Tutte le segnalazioni pervenute verranno raccolte e ordinate dal FAI al fine di stilare una classifica in base al numero di segnalazioni pervenute.
Non verranno prese in considerazione le segnalazioni non pertinenti al tema (v. punto n.1).
6. Diffusione dei risultati
I risultati del censimento verranno resi pubblici dal FAI nel corso del 2011 e pubblicati sul sito web
www.iluoghidelcuore.it
7. Interventi
Il FAI invierà a Soprintendenti, Sindaci e Presidenti Regionali territorialmente competenti notizia dell’avvenuta segnalazione.
Il FAI, inoltre, si impegna a intervenire su uno o più beni tra quelli che riceveranno il maggior numero di segnalazioni, attivandosi per sostenere le azioni di recupero, tutela e valorizzazione promosse sul territorio. Si avvarrà a tal fine dei propri canali istituzionali, competenze tecniche e rete territoriale.
Per casi specifici, individuati tra I Luoghi del Cuore che avranno ricevuto il maggior numero di segnalazioni, saranno messi a disposizione eventuali contributi economici.
Una Giuria, composta da un rappresentante del FAI, da un rappresentante del partner Intesa Sanpaolo e da un autorevole esponente del mondo della cultura designato dal FAI stesso, individuerà a sua totale e insindacabile discrezionalità i luoghi sui quali intervenire.
8. Trattamento dei dati personali
I dati personali relativi a coloro che parteciperanno a questa iniziativa saranno trattati dal FAI quale titolare del trattamento, anche con strumenti informatici, e verranno utilizzati per dare informazioni sull’esito dell’iniziativa e sulle altre attività istituzionali promosse dalla Fondazione e dagli altri promotori dell’iniziativa. Tali dati, inoltre, saranno resi accessibili solo a quei soggetti, anche esterni, nominati “Responsabili del trattamento” ed ai dipendenti e volontari del FAI, che saranno a loro volta nominati “Incaricati del trattamento”, tutti soggetti addetti a mansioni strumentali allo svolgimento dell’iniziativa ed alle attività di comunicazione istituzionale.
Ai sensi dell’art. 7 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, gli interessati potranno esercitare in ogni momento il diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali, le indicazioni circa l’origine, le finalità e le modalità del trattamento, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima nonché l’aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati. L’interessato, inoltre, può opporsi al loro successivo utilizzo, scrivendo a: FAI – Fondo Ambiente Italiano, I Luoghi del Cuore, Viale Coni Zugna 5, 20144 Milano.
9. Utilizzo di immagini e informazioni
Le immagini e le informazioni che dovessero essere fornite al FAI dai partecipanti alla presente iniziativa diventeranno di proprietà del FAI stesso, che potrà disporne, nei limiti previsti dalla vigente normativa, per le attività di promozione dell’iniziativa in questione ovvero nel contesto di altre attività istituzionali.
Tale materiale potrà quindi essere utilizzato gratuitamente e senza limitazione alcuna da parte del FAI e dei partners della presente iniziativa.
Pertanto, all’atto dell’invio del materiale informativo e delle immagini, i partecipanti hanno l’onere di verificare l’inesistenza di eventuali diritti di terzi rispetto all’utilizzo di tali materiali, tenendo indenne il FAI da qualsiasi eventuale pretesa avanzata da terzi in relazione a tali diritti.
In ogni caso, il soggetto che invierà le immagini e le informazioni inerenti i luoghi segnalati con l’invio del suddetto materiale dichiara di rinunciare a qualsiasi diritto inerente il materiale stesso.

Documentazione fotografica del convegno “Salviamo la Chiesa di San Filippo” del 6 marzo 2008

 

 

 

 

 

 

 

I commenti sono disabilitati.