2009.12.28 – Dalla Sottocommisione Distrettuale “Informatizzazione” – Il sito web: considerazioni e valutazioni

Pubblicato il 27 dicembre 2009 da admin

Ascoli Piceno, 28 dicembre 2009
Cari Amici,
Prendo spunto dalle diverse occasioni in cui ho avuto modo di annunciare l’iniziativa di valutazione e attribuzione di un premio a quei club che hanno impostato e reso operativo un sito internet. La commissione Distrettuale per l’informatizzazione appositamente istituita è composta dal presidente Giuseppe Conte del club Rotary Ancona e dal direttore esecutivo Tommaso Fattenotte del club di Fermo. L’iniziativa è finalizzata a conferire un riconoscimento – ufficialmente in sede di Congresso Distrettuale del 12 e 13 giugno 2010 – al Club che effettui la comunicazione più efficace mediante il proprio sito web: a tal proposito la Commissione ha tratteggiato alcune considerazioni che, la Commissione Distrettuale intende porre alla base della valutazione.
La segreteria del Distretto – segreteria.2090@email.it – è a disposizione dei club per ogni ulteriore approfondimento.
Nuovamente affettuosi auguri
Ferruccio Squarcia

 

Cari Presidenti,
Un approccio molto diffuso e riconosciuto generalmente valido nell’analisi degli strumenti di comunicazione è quello identificato con l’acronimo 2QCV2Q. Le lettere che formano l’acronimo sono le iniziali in latino dei cosiddetti loci o argumenta che Cicerone indica nel De Inventione come quelli sui quali basare la verifica, secondo i canoni della retorica classica, della completezza di esposizione di un qualsiasi documento destinato alla comunicazione, sia esso un’orazione, un articolo di giornale o un sito web. Questi loci individuano una serie di requisiti qualitativi ai quali il documento soddisfa, in misura più o meno elevata, se riesce a fornire le risposte a specifiche domande.
I club che hanno interesse d,essere coinvolti nella valutazione possono informare via E mail la segreteria Distrettuale (segreteria.2090@email.it) che svolgerà le funzioni di supporto operativo della Commissione Distrettuale.  Ne deriva che la valutazione – condotta dal 1 gennaio   al 30 marzo 2010 – terrà conto di quanto esposto nella tabella che delinea i requisiti e le relative domande:
Identità –  Quis? (Chi? Who?)
Contenuto –  Quid? (Cosa? What?)
Scopo –  Cur? (Perchè? Why?)
Attributi spaziali – Ubi? (Dove? Where?)
Attributi temporali – Quando? (Quando? When?)
Usabilità –  Quomodo? (Come? How?)
E’ da far  notare come la cosiddetta regola delle cinque W, diffusa in ambito giornalistico e riproposta negli ultimi anni anche nei nostri Licei, non sia che una versione semplificata e popolare del ciceroniano 2QCV2Q, riformulata nell’ ambito culturale anglosassone.  Avviando l’analisi di siti web e più ancora di quelli relativi ai Club del nostro Distretto, riteniamo che i requisiti indicati sopra possano essere articolati nel seguente modo:
Identità – Riconoscibilità del “marchio” Rotary e suo corretto utilizzo. Identificazione del Club. Personalizzazione ed efficacia dell’aspetto grafico
Contenuto – Ampiezza dell’informazione in relazione agli obiettivi dichiarati del sito. Valore dell’informazione e dei links in relazione alle attività rotariane. Accuratezza, aggiornamento e accessibilità dell’informazione.
Scopo – Adeguatezza delle funzionalità agli obiettivi dichiarati del sito e alle (probabili) aspettative dell’utente. Sicurezza nella gestione dell’informazione.
Attributi spaziali, temporali e usabilità –  Reperibilità nella rete. Facilità di fruizione per utenti generici e/o con disabilità (struttura, organizzazione, tempi di download). Comprensibilità del linguaggio e della terminologia. Identificabilità e autorevolezza delle fonti. Strumenti d’interazione e di contatto.
Pertanto i siti saranno analizzati in relazione alle caratteristiche descritte nella seconda colonna della tabella soprastante, al fine di assegnare una valutazione per ciascuno dei quattro requisiti qualitativi indicati in essa, in una scala da 0 a 5. 
Se a, b, c, d rappresentano le singole valutazioni, la valutazione complessiva di un sito sarà data da V=[ (a+b) (c+d)+ (a+c) (b+d)+ (a+d) (b+c)].
A disposizione (Giuseppe Conte / gconte@univpm.it – Tommaso Fattenotte / tfatten@aliceposta.it), invio cordiali saluti,
Giuseppe Conte e Tommaso Fattenotte

 Apri la presentazione Autodiagnosi di un sito rotary

I commenti sono disabilitati.