Categoria | Convegni, Rotaract

2009.12.15 – “Trovare il lavoro che piace” – Relazione di Paola Felici sulle due Conferenze del 21.11. e 1.12

Pubblicato il 16 dicembre 2009 da admin

Sabato 21 Novembre e Martedì 1 Dicembre il Rotaract Club di Fermo ha organizzato un’interessante conferenza dal titolo “Trovare il Lavoro che Piace” .  A parlare di questo scottante problema è stato chiamato il dott.Gianluca Antoni, psicologo e psicoterapeuta  che oggi lavora  soprattutto  come consulente e formatore in Corsi di Comunicazione, Dinamiche di Gruppo e di Orientamento Scolastico-professionale. Il relatore ha dapprima raccontato il suo iter di studi  focalizzandosi sull’ importanza di compiere scelte sul proprio futuro in modo incondizionato, senza influenze dei genitori o anche dei mass-media. Al riguardo ha apportato il seguente esempio:  l’anno in cui alla tv trasmettevano” ER: Medici In Prima Linea” si è registrato  un boom di iscrizioni all’Università di Medicina. Chissà quanti studenti saranno poi rimasti delusi dalla realtà del pronto soccorso e… dal non trovarsi medici come George Clooney? Il dott. Antoni ha poi proseguito con l’illustrare quante forme di intelligenza esistono: si va da Einstein che aveva un‘ intelligenza scientifica a Leonardo da Vinci,con la sua intelligenza estetica , allo stesso Vasco Rossi che ha saputo sfruttare appieno le sue doti musicali. Questo per sottolineare che ognuno di noi ha delle caratteristiche diverse. Attraverso un’analisi razionale dobbiamo solo cogliere quali sono i nostri punti di forza,le nostre attitudini per poi sfruttarle in vista della ricerca di un buon lavoro. Determinanti a tal fine sono alcuni elementi  su cui dobbiamo concentrarci: la motivazione,che costituisce l’energia per far muovere tutti gli ingranaggi; la personalità,formata dalle varie esperienze di vita. E’ necessario inoltre  capire  quali sono le nostre competenze, le conoscenze , le potenzialità. Definire questi elementi è possibile attraverso la riflessione, la consapevolezza e l’informazione. L’ evento si è ripetuto in due date, questo per la grande affluenza di persone in sala. Alla prima giornata hanno partecipato alcune classi dei licei e di altre scuole superiori.  Alla seconda le ultime classi di tutte le scuole medie del Fermano. Alla conferenza, inoltre,  era  presente anche  il Rappresentante Distrettuale Stefano Pala che ha efficacemente esposto ai ragazzi che cosa è il Rotaract e come questo possa rapportarsi con il mondo lavorativo. Il successo di tale incontro è derivato, oltre che dall’impegno del nostro presidente Vincenzo Grisostomi e di altri noi rotaractiani, dalla collaborazione del Rotary e del Comune di Fermo. Ritengo che questo sia un grande traguardo, sia perché il Rotaract non rimanga una realtà isolata ma si diffonda pian piano tra le istituzioni comunali e in generale tra i giovani fermani, sia perché l’aiuto del Rotary è stato di grande rilevanza confermando come la sinergia Rotary-Rotaract accresce il benessere di quest’ ultimo. L’augurio non può che essere che tali iniziative sotto il segno del Rotaract continuino a ripetersi,  con la stessa passione e l’entusiasmo che da sempre contraddistinguono i giovani rotaractiani.
Paola Felici
Presidente Commissione Azione Professionale Club  Rotaract  di Fermo

I commenti sono disabilitati.