Lettera di marzo 2009 del Governatore Giorgio Splediani

Pubblicato il 01 marzo 2009 da admin

Governatore anno 2008-2009

Governatore anno 2008-2009

Cari amici, la primavera è alle porte e ci ricorda che sta per iniziare un nuovo ciclo annuale. Questo vale anche per l’attività rotariana. Il nuovo governatore è tornato dall’America pieno di iniziative ed entusiasmo e ha già iniziato il proprio lavoro. Il Futuro del Rotary è nelle vostre maniè il tema del nuovo anno. Il futuro Presidente  John Kenny ha già detto che “sta a ognuno di noi in quanto rotariano fare quello che è necessario per mantenere forte il Rotary”. La continuità e la condivisione rimangono però i punti fermi del Rotary del terzo millennio. Tuttavia, prima di preparare il terreno alla nuova semina, è necessario raccogliere quello che si è seminato. I presidenti delle Commissioni devono iniziare a valutare il loro operato e i presidenti di Club dovranno impegnarsi nel controllare se sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati;  spero che la maggioranza dei Club avranno il Riconoscimento presidenziale di Club efficiente. Restano comunque numerosi altri impegni distrettuali: i Rotary Campus per disabili sono un magnifico e commovente momento di incontro tra i rotariani e un mondo ricco di valori, ma spesso poco conosciuto. Invito tutti quelli che non l’hanno fatto negli anni passati, a visitare i Campus; sarà un’esperienza indimenticabile. Il Raduno dei Cavalieri rotariani e i Tornei di golf sono validissime iniziative delle nostre fellowship per rafforzare l’amicizia tra i soci, base imprescindibile per ogni attività di servizio. Il SIPE e l’Assemblea, infine, ci indicheranno le vie da seguire nel  prossimo anno. La primavera è una stagione di sole ma anche di qualche giorno di maltempo. Al Certificato di apprezzamento del presidente internazionale Dong Kurn Lee, di cui vi ho parlato nella precedente lettera, ha fatto seguito un richiamo sul mancato incremento dell’effettivo. Nel nostro Distretto siamo fermi intorno ai 3.500 soci.  Cerchiamo, prima della fine dell’anno rotariano, di accogliere nuovi valenti amici per arricchire i nostri Club. In occasione del Congresso, la cui data definitiva è ormai fissata per il 27-28 giugno, ogni Club riassumerà in un poster le principali attività svolte per avere un documento che ci ricorderà nel futuro questo magnifico anno. Il mese di marzo è dedicato all’Alfabetizzazione. Il nostro Distretto da anni si dedica a iniziative valide e particolari. I Corsi di informatica per non vedenti, una splendida tradizione dei Club marchigiani, da questo anno si terranno anche in Abruzzo e in Umbria. Le istruzioni per la prevenzione dell’inquinamento luminoso sono  ampiamente illustrate nell’opuscolo Occhio e Luce allegato alla rivista. Questa iniziativa, condivisa con i Lions, dovrà essere diffusa e pubblicizzata perché di notevole importanza sociale. Seguirà il progetto sulla prevenzione della morte in culla in linea col programma dell’anno sulla riduzione della mortalità infantile. La Gara di Greco  antico, il Premio D’Andrea e il Premio Mannucci ribadiranno il valore culturale della nostra Associazione. Dal 9 al 15 marzo è prevista anche la Settimana Mondiale del  Rotaract; non dimentichiamo mai che i giovani sono le future speranze del Rotary, per questo ci dobbiamo impegnare a sostenere e potenziare i nostri Rotaract. La generosità dei Club nei riguardi della proposta delle mogli dei governatori per la raccolta di fondi da destinare al microcredito ha suggerito l’idea di estendere questo progetto anche  nell’ambito del nostro Distretto. In particolare, potrebbe essere sostenuto l’inizio di attività di giovani che si affacciano sul mondo del lavoro. Invito pertanto tutti i  Club a collaborare con proposte operative. Concludo questo mio saluto mensile augurandoun buona e felice Pasqua.
Giorgio

I commenti sono disabilitati.