Categoria | 2002-2003, Lettere mensili

Programma del mese di marzo 2003 ai soci del Club

Pubblicato il 01 marzo 2003 da admin

Presidente anno 2002-2003

Presidente anno 2002-2003

Fermo, 24 Febbraio 2003
Cari Amici, anche febbraio sta volgendo rapidamente al termine e, la nostra attività rotariana ha avuto compimento con successo secondo il programma previsto con l’aggiunta, il 20 febbraio u.s., dell’interessantissimo seminario oncologico: “I tumori, come prevenirli, come e dove curarli” organizzato dall’Istituto Oncologico dell’Alto Piceno con anche il nostro patrocinio. Le serate a “tema” del 31 gennaio sulla “Giustizia” e del 7 febbraio sulla “Attualità politica” hanno costituito, come giusto, momenti di grande coinvolgimento del club verso temi scottanti che impegnano fortemente il nostro Paese in tutte le sue componenti politiche, sociali e professionali. Desidero ancora ricordare la cerimonia di consegna del Premio “Fortunato Selandari” alla vincitrice Dott.ssa Caterina Scaloni: cerimonia intima, ma di alto significato.Il nostro Club non potrà non proseguire nel sostenere iniziative di questo tipo, tenuto conto dell’impatto positivo e di crescita verso il Mondo della Cultura e dell’Alta Formazione di cui, auspichiamo, Fermo torni ad essere motore ad altissimo livello come in passato. Infine, per chi non ha potuto essere fra i numerosissimi presenti, ricordo la presentazione del libro: “Le medaglie di Sisto V della collezione Grisostomi di Fermo” del 22 febbraio che ci ha consentito di complimentarci ancora una volta con il nostro caro “Mimmo” per la sua instancabile azione rotariana internazionale, riconfermandogli l’orgoglio di tutto il Club per averlo fra noi e assicurandogli il pieno appoggio anche per il futuro. Veniamo ora al programma di marzo che ha subito le variazioni dettate da motivi di necessità e di opportunità. In particolare, la serata a tema sulla “Religione” torna al 21 marzo, come indicato sul Bollettino, per tenere conto della disponibilità per quella data dai relatori Mons. Prof. Duilio Bonifazi e dal Mons. Prof. Pietro Magnanini. Per la serata del 7 marzo, su decisione unanime del Consiglio Direttivo tenutosi il 21 febbraio u.s., si è stabilito di sostituire la serata interna per soli soci,con l’adesione all’iniziativa del Rotaract di Fermo che, unitamente a tutti i Rotaract delle Marche, ha organizzato per le ore 21 dello stesso venerdì 7 marzo al Teatro di Porto San Giorgio, lo spettacolo “OTELLO”, balletto liberamente ispirato da W. Shakespeare con Oriella Brizzi e i giovani solisti.  Il nostro club metterà a disposizione di ciascun socio un biglietto di ingresso prepagato allo spettacolo. Conto che numerosi aderiremo a questa iniziativa sia per sostenere il nostro Rotaract che in questo anno 2002-2003 si sta distinguendo in tutto il Distretto per entusiasmo, capacità realizzativa e di coinvolgimento verso gli altri club Rotaract; ma anche perché questa iniziativa è volta a raccogliere ulteriori fondi per il programma Polioplus. Ricordo che eventuali biglietti aggiuntivi a quelli messi a disposizione dal Club vanno richiesti alla Presidente del Rotaract ALETEA RENZI al n. 339/7033304 o al Segretario ROBERTO PROPERZI al n. 338/2603198 Vi informo infine che il previsto viaggio a Napoli è stato annullato per una non sufficiente adesione mentre il viaggio a Berlino ha avuto una adesione superiore alla aspettative e viene quindi confermato. Sono in corso gli ultimi necessari aggiustamenti al programma di viaggio che appena possibile sarà reso noto in via definitiva a tutti gli interessati. Nel salutarVi con affetto Vi accludo il programma di dettaglio per marzo e aprile e, come sempre, invio gli auguri di buon compleanno ai soci:
Fabrizio Emiliani 06/03
Nazareno Di Chiara 09/03
Ignazio Breccia 12/03
Tommaso Fattenotte 16/03
Celiberti Alfredo 31/03
Con affetto
Paolo
PROGRAMMA DI MARZO 2003
Venerdì 7 Marzo ore 21,00 Spettacolo di danza classica “OTELLO” su musiche di DVORAK E PIAZZOLLA, organizzato dal Rotaract di Fermo, presso il Teatro Comunale di Porto San Giorgio per la raccolta di fondi per la Polioplus.
Venerdì 21 Marzo ore 20,30 presso Hotel Royal, Casabianca di Fermo serata allargata alle gentili Signore ed ospiti dal tema “QUALE RELIGIONE NEL TERZO MILLENNIO (vedi scheda). Relatori: Mons. DUILIO BONIFAZI Membro Commissione Nazionale Universitaria della Conferenza Episcopale Italiana e titolare della Cattedra di Teologia presso l’Istituto Teologico di Ancona;  Mons. PIETRO MAGNANINI già docente presso l’Università di Bologna.
PROGRAMMA DI APRILE 2003 Sabato 5 Aprile FORUM DISTRETTUALE SULLA “ENERGIA: passato, presente, futuro” ad AVEZZANO presso il Castello Orsini con inizio ore 9,30
Venerdì 11 Aprile ore 20,30 presso l’Hotel “IL TIMONE” di Porto San Giorgio riunione conviviale aperta alle gentili signore ed ospiti dedicata all’arte, propedeutica al viaggio a Berlino, che vedrà relatore il Prof. STEFANO PAPETTI.
Dal 25 al 29 aprile VIAGGIO A BERLINO
LE ADESIONI DEVONO ESSERE COMUNICATE ALLA SIG.NA TITTI ALLO 340 6858002, GRAZIE.
SCHEDA SULLA SERATA DEL 21 MARZO 2003 “QUALE RELIGIONE NEL TERZO MILLENNIO”
In relazione alla sempre più spinta globalizzazione (o meglio: al rapido incedere del processo di globalizzazione) e al crescente contatto tra gli individui, popoli e culture differenti che ne consegue, si vengono a determinare confronti a tutto campo, che vanno dai sistemi economici in competizione, ai sistemi politici ed ai valori che ciascuna cultura ispira. Inevitabile quindi che anche le differenti Religioni vengano a confrontarsi e talvolta a scontrasi, soprattutto laddove – come nell’Islam – i valori ed i principi religiosi permeano interamente la vita economica, politica e sociale di un popolo.
La sfida è difficile e disorienta l’Occidente, abituato a separare, anche eccessivamente talvolta, gli ambiti della sfera religiosa da quello politico-economica.
Lo sviluppo del terrorismo e il confronto-scontro a tutto campo impongono un esame ed una riflessione profonda che ci aiuti a comprendere:
1) La situazione reale e la portata della sfida tra mondo islamico e mondo occidentale
2) La possibile azione che, attraverso la religione, dovrebbe ispirare l’Occidente;
3) Come vivere e rianimare i nostri valori che, nascendo dalla Religione Cristiana, richiedono un recupero di questa, senza ovviamente invasioni di campo intollerabili e nel rispetto delle differenze;
1) Come, seppur nel rispetto degli altri, possa essere frenata l’invasione di questa guerra Santa “Jiad” dell’Islam fondamentalista.
In questo contesto appare necessario affrontare anche il problema della Palestina in cui irrimediabilmente il confronto politico/economico si confonde e si intreccia con quello religioso che ci coinvolge, purtroppo, direttamente.

 

 

I commenti sono disabilitati.